Tempo impiegato nell'attività di B&B

Nuovo Argomento   Rispondi all'argomento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Artemide il Lun Set 24, 2012 2:00 pm

Buongiorno ragazzi!
Mi rivolgo a voi perchè credo possiate darmi una mano e dei consigli vista la vostra competenza; soprattutto a capire se è la scelta giusta per me!
Brevemente la situazione: mia madre ha ereditato un appartamento e, dopo averlo locato per qualche tempo, abbiamo deciso di convertirlo in b&b. Purtroppo siamo state sfortunate e dopo inquilini che non pagavano e distruggevano la casa l'abbiamo considerata l'idea più conveniente. Mia madre non avrebbe tempo per accogliere i clienti al mattino perchè lavora, ed allora entro in gioco io (che anzi, lo gestirei quasi per intero) che studiando in università riuscirei a gestire bene incontri e colazioni. Ho girato per molti b&b in tutta Italia e ho visto con i miei occhi a cosa si limita l'impegno per il proprietario: disposizioni telefoniche, accoglienza, colazione, pulizie. Cose che posso organizzare benissimo dato che l'appartamento che allestirei è di fronte a casa mia (quindi non esisterebbe il problema del cliente che ritarda, o di perdere eccessivo tempo per le colazioni). Con questo ovviamente non voglio dire che sarebbe un'attività occasionale e che si limiterebbe allo stretto necessario, ma che CREDO di potermi gestire con elasticità arricchendola poi di gentilezze, cortesie o attenzioni che però non mi incatenano li.

Cosa ne dite?
Io sono sempre convinta di farcela, e il post non mi ha scoraggiato più di tanto....però un consiglio da chi ha già esperienza è sempre gradito ^^

Artemide
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  PaolaB. il Lun Set 24, 2012 2:14 pm

Hai detto che hai girato per molti B&B e hai notato che l'impegno si "limita" all'accoglienza, alla preparazione colazioni, alla pulizia, alla gestione telefonate ed e-mail....ti sembra poco?
Il tuo parere è, appunto, di una persona che valuta esternamente una situazione.
Chi come noi la vive e la gestisce, ha una valutazione un po' diversa, fatta di impegno, cura e attenzione costanti.
Quindi, se ci sono le caratteristiche per fare del tuo appartamento un B&B, puoi senz'altro provarci.
Ma non sottovalutare che è a tutti gli effetti un lavoro e non è così semplice e poco impegnativo.Anzi.

_________________
PaolaB.
B&B La Casa del Frate
Castiglion Fiorentino (AR)

www.lacasadelfrate.it    
email: casadelfrate2004@libero.it

La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
avatar
PaolaB.
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Help me

Messaggio  Artemide il Lun Set 24, 2012 2:43 pm

La tua risposta, più che un consiglio, sembra una difesa. Se ho scritto qualcosa che ti ha offeso ti chiedo scusa, non è mia intenzione e non ne ho motivo :)

Credo non ci siano eccezioni, ma in tutti quelli che ho girato (almeno...credo una decina) ho visto il proprietario, o un suo rappresentante, due volte:
- arrivo / benvenuto / pagamento;
- colazione; che anzi, a volte ho trovato anche già pronta senza vedere nessuno (e non per questo meno accogliente di altre).

Forse solo una volta ho incontrato il proprietario alla mia partenza, ma semplicemente perchè anche lui abitava li...negli altri casi, se non ricordo male, ognuno aveva la propria casa da un'altra parte!

Voglio dire che io in questi b&b tornerei volentieri perchè comunque il trattamento è stato ottimo anche senza la costante presenza del proprietario! Anzi, forse proprio questa "libertà" mi faceva sentire davvero più a mio agio in una casa non mia.

Comunque grazie, aspetto altri pareri!!

Artemide
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Daniela il Lun Set 24, 2012 2:59 pm

Credo che la presenza del gestore sia indispensabile in ogni caso: che si viva nella struttura, che si abiti a pochi metri o un po' più in là, a seconda di come dispongono le varie leggi regionali.
Un saluto all'arrivo o alla partenza, la riscossione del corrispettivo, o comunque un incontro fugace durante il soggiorno non sono sufficienti.
Altra cosa è l'invadenza della privacy.
Spesso c'è da star dietro agli ospiti anche dodici ore al giorno, e a volte non bastano.

_________________
Provarci significa prosciugare mari col secchio e spianare montagne con le paletta.
(Princi)
avatar
Daniela
Admin
Admin

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  teresa il Lun Set 24, 2012 3:01 pm

Le modalità di gestione variano a seconda dell'organizzazione che ciascuno si dà.
Sicuramente anche dove non hai visto i proprietari, ad esempio perchè al lavoro, un'organizzazione seria ci dev'essere affinchè l'attività possa funzionare.
La "cosa" richiede tempo, questo credo volesse dire Paola.
Secondo me un'universitario può tranquillamente iniziare l'attività, però l'impegno c'è. Un mio consiglio, per quel che vale, è di non sottovalutare il tempo che ci devi dedicare: non sono un paio d'ore al giorno.
In aggiunta a quello che hai giustamente elencato, ci metterei il tempo su internet per la pubblicità e l'iscrizioni a portali vari, le pratiche burocratiche costanti (ISTAT, schedine della questura, eventuale tassa di soggiorno ecc.).

Generalmente il proprietario si allontana con tranquillità dopo aver aver valutato chi ha in casa: non sempre fila tutto liscio, anzi.

Detto questo, secondo me, sei nella situazione ottimale per aprire. Ricorda che per chi apre un B&b, in quasi tutte le regioni, c'è obbligo di residenza nella struttura.

_________________
§  Lì ci siamo per esserci. Qui ci siamo per stare! (Paoletta) §
avatar
teresa
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  PaolaB. il Lun Set 24, 2012 4:00 pm

Artemide ha scritto:La tua risposta, più che un consiglio, sembra una difesa. Se ho scritto qualcosa che ti ha offeso ti chiedo scusa, non è mia intenzione e non ne ho motivo :)

Credo non ci siano eccezioni, ma in tutti quelli che ho girato (almeno...credo una decina) ho visto il proprietario, o un suo rappresentante, due volte:
- arrivo / benvenuto / pagamento;
- colazione; che anzi, a volte ho trovato anche già pronta senza vedere nessuno (e non per questo meno accogliente di altre).

Forse solo una volta ho incontrato il proprietario alla mia partenza, ma semplicemente perchè anche lui abitava li...negli altri casi, se non ricordo male, ognuno aveva la propria casa da un'altra parte!

Voglio dire che io in questi b&b tornerei volentieri perchè comunque il trattamento è stato ottimo anche senza la costante presenza del proprietario! Anzi, forse proprio questa "libertà" mi faceva sentire davvero più a mio agio in una casa non mia.

Comunque grazie, aspetto altri pareri!!


Non capisco perchè dovrei essere offesa.

La mia risposta non è nè un consiglio nè una difesa (non so a difesa di che poi)
E' il punto di vista di una persona che ha un B&B e quindi esperienza.
Penso che possa valere a non prenderla con troppa leggerezza a proposito di tempo da dedicare al B&B.
Gli esempi di "accoglienza" che fai, a mio avviso, non fanno parte del mio modo di lavorare.
Ma ognuno,come ha già detto Teresa, organizza la propria gestione come meglio crede.

Così come il fatto di accettare pareri disinteressati.




_________________
PaolaB.
B&B La Casa del Frate
Castiglion Fiorentino (AR)

www.lacasadelfrate.it    
email: casadelfrate2004@libero.it

La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
avatar
PaolaB.
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  MataX il Lun Set 24, 2012 5:14 pm

Ciao Artemide buona idea.
Quante camere avresti a disposizione degli ospiti? Bagni? Pensi di lavorare in certi periodi dell'anno (io sono al mare e quindi agosto è il delirio, l'inverno la pace dei sensi) o costantemente (es: università, clinica, musei o luoghi d'arte elle vicinanze)?

Ti dico, il riassetto delle camere (svuotare i cestini, rifare i letti quando possibile, sistemare i bagni) fare il cambio biancheria ogni tre giorni, lavare e stirare lenzuola e asciugamani, preparare le colazioni, la tavola, la lavastoviglie, aggiornare il sito, gestire la pagina fb, e/o lepresenze sui socialmedia e sui vari portali promozionali, curarsi giardino, il dehor, i vetri, preoccuparsi del parcheggio, della temperatura, delle allergie, degli eventi incorso....porta via tempo. laver repassez ordinateur
Noi siamo piccoli eppure almeno due o tre ore al giorno solo di cose "fisiche" va. Se poi hai ospiti col pastore belga dolcissimo che però dissemina peli eri ovunque...le ore raddoppiano. Loro i peli neri no li vedono più ma il resto degli ospiti...si!

È sicuramente unlavoro bellissimo e qui siamo tutti molto felici di farlo. Vedrai anche tu!
Facci sapere e chiedi con serenità.
avatar
MataX

Data d'iscrizione : 04.03.12

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Stellamarina Caterina il Lun Set 24, 2012 9:17 pm

Voglio dire che io in questi b&b tornerei volentieri perchè comunque il trattamento è stato ottimo anche senza la costante presenza del proprietario! Anzi, forse proprio questa "libertà" mi faceva sentire davvero più a mio agio in una casa non mia.

Ecco Artemide io sono una di quelle che cerca di essere poco presente durante la colazione degli ospiti, proprio per dare piu' liberta' e agio, ed anche perche' essendo in una citta' di mare,tirano tardi la notte e al mattino non voglio imporre loro un orario, quindi lascio apparecchiato fino alle 11/11.30, mi affaccio piu' volte per controllare se manca qualcosa e
ripassata veloce in bagno perche' è condiviso.
Pero' dovresti conciliare bene i tuoi impegni di Universita' con il B&B, credimi di lavoro e di impegno ce ne
vuole un bel po'....... Very Happy
avatar
Stellamarina Caterina
utente vip
utente vip

Data d'iscrizione : 06.08.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Ospite il Lun Set 24, 2012 9:31 pm

Però se tu in estate non studi e sei in un posto di mare..le tue vacanze le puyoi passare facendoti un pò di soldini..prendi la residenza nell'appartamento come vuole la legge..ti fai un pò di publicità su interet,un bel sito, ti armi di pazienza e buona volonta e inizi..poi in inverno c'è meno lavoro e studi..quanti anni hai?sei esperta di pulizie..hai le camere con bagno? un piccolo capitale da investire?biancheria..publicità..qualche mobile..stai al mare monti?
facci sapere per un consiglio più dettagliato amourr cou amour39

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  mariella =D il Lun Set 24, 2012 10:38 pm

Artemide, accogliere persone nella propria abitazione o secondo le regole regionali, significa soprattutto prendersi cura degli ospiti che vengono da te. Devi entrare nell'ordine di idee che si tratta, appunto, di accoglienza in famiglia proprio come faresti con un amico o un parente. Devi spiegare le cose delle quali possono avere bisogno a tutte le ore. Può succedere, ad es., che ti chiedano come accendere la luce perchè non riescono a premere l'interruttore (è solo un esempio per farti capire la banalità dei problemi nei quali potresti incappare) e tutto questo è normale perchè entrano in una casa che non è la loro e non la conoscono.
Paola intendeva proprio questo. Non si tratta di accogliere all'arrivo e di salutare alle partenze oppure di far trovare la colazione in tavola ma è molto molto di più.
Sono consigli spassionati che ti vogliamo dare.
Cerca la legge regionale che ti interessa e saprai di preciso quali sono le cose di base che devi offrire e poi....sta a te far amare i tuoi luoghi alle persone, grazie ai tuoi sorrisi e consigli che riesci a dare.
avatar
mariella =D
utente vip
utente vip

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Ospite il Mar Set 25, 2012 9:00 am

Mi sono trovata anch'io nei miei viaggi in B&B dove il propietario ti dava le chiavi e lo rivedevi al momento del pagamento..la colazione servita (ma che servita) un frigo pieno di roba imbustata e termon di caffè e latte..bé ci siamo capiti ma quello non è un B&B,definiscilo tu.
Alla colazione del mattino la gente specie se è vacanza vuole sapere dove andare a mangiare e alè (ho fatto convenzioni con ristoranti buoni economici.puliti)
Le gite..la storia della tua terra..che di ore a chiaccherare...e via cosi..

Ospite
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

B&B, affittacamere e...vita privata

Messaggio  Stefania il Mar Giu 11, 2013 9:32 pm

Ciao a tutti, è da un pò di tempo che leggo il vostro forum. Finalmente ho preso coraggio...e vi scrivo Very Happy
Mi chiamo Stefania, lavoro da qualche anno nel mondo del turismo, sia nel settore alberghiero che in quello della consulenza. E' oramai più di un anno che penso al progetto di un futuro B&B/affittacamere..e da sogno un pò lontano, quest'idea si sta facendo sempre più "pressante".
Sto studiando le normative e il mercato della mia regione (vivo in Sardegna) e non vi nascondo che ho tanti dubbi e molte paure: sarà fattibile dove penso di farlo, riuscirò a gestire il tutto? In parte credo si tratti anche di dubbi normali. Poi però prevale l'entusiasmo, la soddisfazione che da il contatto con la gente ( e la cosa che ho amato di più del lavoro in albergo), il desiderio di promuovere il proprio territorio e "avere" una cosa propria da offrire a chi lo sceglie!
Ho lavorato per tre anni come libera professionista quindi ho già un pò di dimestichezza con il mondo della burocrazia e del fisco.
La mia più grande paura è capire come sarà possibile gestire un lavoro di questo tipo con la propria vita privata. Soprattutto perché sto pensando di mettere su famiglia (e si lo so, le cose arrivano sempre tutte insieme)
Voi come vi gestite? Avete raggiunto un vostro equilibrio? Riuscite a ritagliarvi degli spazi?
Grazie!

Stefania
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  perrom il Mer Giu 12, 2013 7:36 am

stefania,
io ho fatto questa scelta dopo molti anni di riflessione anche spinto da fattori esternio. secondo me realizzare un sogno ha un valore personale immenso ma devi mettere sul piatto della bilancia che il tempo che dedicherai a questo lavoro..sarà tanto !!!mi sono accortoc he non ci sono orari, il teleofno squilla da tutte le ore, la burocrazia, nella mia regione, per aprire un affittacamere con partita iva mi ha fatto impazzire (USL), e io lo faccio perchè mia moglie ha un suo lavoro e i mei figli sono grandi. pensoc he soprattutto il lato famiglaire sia da tenere in considerazione.
e non pensare che possa essere un lavoro part time in quanto una volta aperto il tuo b&b affittacamere...ti coinvolgerà molto...auguri in ogni caso qualunque sia la tua scelta.
avatar
perrom

Data d'iscrizione : 03.06.13

Tornare in alto Andare in basso

B&B, affittacamere e...vita privata

Messaggio  Stefania il Mer Giu 12, 2013 1:48 pm

Grazie Perrom per la tua risposta!
Si, devo valutare quali e quante risorse sono in grado di mettere a disposizione in questa fase della mia vita. Non penso infatti, e vedo dalle vostre esperienze che è così, che sia possibile immaginarsi un'occupazione part-time.
Vorrei farvi una domanda. Al momento ho l'idea di un affittacamere (6 camere), che vista la mia regione e il problema trasporti, avrà probabilmente carattere stagionale (anche se spero di utilizzare bene i mesi di spalla). L'inverno sarà dedicato sempre al lavoro sulla struttura (manutenzione, marketing, burocrazia, etc...)
Per la mia piccola esperienza, ho notato che i turisti che scelgono la mia destinazione trascorrono gran parte del proprio tempo fuori dalla struttura ( che se tutto va bene dovrebbe trovarsi vicino alla mia casa).
Al momento è ancora un'idea, ma mi chiedevo se si potesse creare una specie di piccolo "ricevimento" aperto ad orari stabili,in modo da dare agli ospiti un servizio di assistenza e informazione "strutturato". Non lo nascondo, la vedevo anche come un'opportunità per me di organizzare al meglio il tempo da dedicare al lavoro, magari facendomi aiutare da un collaboratore.
Chiaramente altro discorso sarebbe per i check-in, quelli avverrebbero "senza orari". Pensavo poi di garantire un numero di emergenza H24, per ogni esigenza. 
Secondo la vostra esperienza, può essere una buona idea o vi sembra "inutile"? Qualcuno di voi lo ha già sperimentato?
Grazie ancora!

Stefania
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Stellamarina Caterina il Mer Giu 12, 2013 2:47 pm

Per la parte burocratica  ti consiglio di informarti presso il SUAP del tuo comune,
per il ceck-in è chiaro che avviene anche in orari a noi scomodi, cosi' come per il ceck-out non possiamo 
essere fiscali al massimo,diciamo che una certa tolleranza la lascio,
Per i numeri di emergenza ti riferisci a 118, 113, 115 eccetera? 
Quelli i clienti in linea di massima li conoscono, magari un promemoria per gli stranieri, per altre esigenze 
stai tranquilla che se hanno un problema ti chiamano al cellulare a qualsiasi ora, quindi ritengo superfluo
garantire un numero 24h su 24 per questa esigenza, anche se puoi organizzarti come meglio credi,
se non vuoi rotture di scatole ad es. la notte e c'è qualcuno che lo puo' fare al posto tuo ben venga,
ma credo che possa avere anche un costo la reperibilita, a meno che tu non abbia genitori, marito compagno 
che ti diano una mano in questa avventura, ovviamente a costo zero!!! Very Happy
avatar
Stellamarina Caterina
utente vip
utente vip

Data d'iscrizione : 06.08.11

Tornare in alto Andare in basso

x

Messaggio  PaolaB. il Mer Giu 12, 2013 3:36 pm

Stefania, prova a leggere anche il post "quando non si deve aprire un B&B" troverai anche lì ottimi spunti di riflessione.

_________________
PaolaB.
B&B La Casa del Frate
Castiglion Fiorentino (AR)

www.lacasadelfrate.it    
email: casadelfrate2004@libero.it

La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
avatar
PaolaB.
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Gina il Mer Giu 12, 2013 3:49 pm

Sei camere son tantine, dovresti cominciare già con partita iva, sei sicura che in Sardegna ti conviene cominciare cosi??
avatar
Gina
utente vip
utente vip

Data d'iscrizione : 12.01.13

Tornare in alto Andare in basso

B&B, affittacamere e...vita privata

Messaggio  Stefania il Mer Giu 12, 2013 11:08 pm

Il post "Quando non si deve aprire un B&B" lo tengo stampato nella mente!Ben presente! 
Credo anch'io si tratti di un lavoro a tempo pieno, bellissimo ma faticoso...e per niente semplice!
Invece, per la questione delle 6 camere...mi sembra l'unica alternativa. Non vivo in una città che potrebbe garantire un flusso continuo di persone. Per questo sto immaginando una vera attività imprenditoriale, che possa offrire un prodotto più orientato ai viaggiatori/turisti. Persone che cercano uno spazio fuori dal caos, ma comunque vicino alle maggiori attrazioni e comodità. 
Sto studiando altre strutture che hanno offerto una tipologia simile e vedo che dai turisti è molto apprezzata. 
Certo 6 camere non sono poche da gestire, per questo pensavo di farmi aiutare da un collaboratore. 
Comunque, grazie a tutti per le vostre risposte e i vostri consigli.

Stefania
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Tempo impiegato nell'attività di B&B

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum