Cambio vita, torno a casa.. (ma quanti dubbi)

Nuovo Argomento   Rispondi all'argomento

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Cambio vita, torno a casa.. (ma quanti dubbi)

Messaggio  Sirsons84 il Mar Apr 26, 2016 2:43 pm

Buon pomeriggio a tutti,
innanzitutto mi scuso per aver inoltrato la richiesta di iscrizione, ho purtroppo letto solo dopo che l'accesso a riservato a chi è GIA' un gestore di B&B.

In ogni caso mi presento, ho 32 anni e abito a Bologna. Laureato, sposato e con una bimba di 16 mesi.
Sia io che mia moglie siamo pugliesi, laureati in lingue con master e diversi anni di esperienza nel settore alberghiero (resp.prenotazioni lei, capo ricevimento io).

Qui a Bologna facciamo dei lavori abbastanza importanti, io sono un manager d'azienda, lei lavora in un azienda alimentare.
Nonostante questo però, sentiamo che qualcosa ci manca. Malgrado i buoni lavori, il costo della vita è una zavorra sulle nostre ancora giovani carriere, e specialmente dopo l'arrivo della bimba ( i cui nonni vivono a 800 km di distanza) facciamo fatica a starci dentro. Ah, e poi ci manca il mare.

Ci manca casa, e serpeggia con sempre più insistenza il desiderio di mollare tutto e tornare al Sud, dove il costo della vita è certamente più leggero e alla piccola regaleremmo la gioia che solo chi è cresciuto anche con i nonni può comprendere.
Ma al Sud aziende non ce ne sono, e allora abbiamo pensato di valutare l'ipotesi di metterci in proprio, fondendo due delle nostre esperienze principali: lingue e turismo.

E da qui il B&B.

Non abbiamo case di proprietà, pertanto abbiamo il contro di dover iniziare tutto da zero, ma il pro di scegliere la città che ci pare piu opportuna per questo business.
E avremmo scelto Lecce  (vicina al mare, meno incidenza di stagionalità, turismo declinabile a varie forme: non solo quello vacanziero, ma anche quello d'arte ed enogastronomico).

Pero immaginerete che i dubbi sono tanti: prendere in gestione un b&b già avviato (e quindi meno investimenti, ma anche meno guadagno) , oppure acquistare un appartamento, o una villa, o una masseria e farne la cosiddetta "casa e bottega"?
E poi, si puo basare  l'intera entrata familiare su questo unico introito, o  e preferibile sempre adottarlo come secondo quadagno, con una base di stipendo da un qualsiasi posto fisso?

E poi, ovviamente la sensazione di salto nel vuoto che accompagna chi sta meditando questa azione, coraggiosa e sconisderata forse, ma certamente dettata dalla passione e dalla voglia di regalare a questa famiglia un pò piu di felicità.

Grazie per chi mi vorrà regalare un pensiero, un suggerimento, o anche solo un augurio.

A presto

Sirsons84
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio vita, torno a casa.. (ma quanti dubbi)

Messaggio  PaolaB. il Mer Apr 27, 2016 8:14 am

Sirsons84 ha scritto:Buon pomeriggio a tutti,
innanzitutto mi scuso per aver inoltrato la richiesta di iscrizione, ho purtroppo letto solo dopo che l'accesso a riservato a chi è GIA' un gestore di B&B.

In ogni caso mi presento, ho 32 anni e abito a Bologna. Laureato, sposato e con una bimba di 16 mesi.
Sia io che mia moglie siamo pugliesi, laureati in lingue con master e diversi anni di esperienza nel settore alberghiero (resp.prenotazioni lei, capo ricevimento io).

Qui a Bologna facciamo dei lavori abbastanza importanti, io sono un manager d'azienda, lei lavora in un azienda alimentare.
Nonostante questo però, sentiamo che qualcosa ci manca. Malgrado i buoni lavori, il costo della vita è una zavorra sulle nostre ancora giovani carriere, e specialmente dopo l'arrivo della bimba ( i cui nonni vivono a 800 km di distanza) facciamo fatica a starci dentro. Ah, e poi ci manca il mare.

Ci manca casa, e serpeggia con sempre più insistenza il desiderio di mollare tutto e tornare al Sud, dove il costo della vita è certamente più leggero e alla piccola regaleremmo la gioia che solo chi è cresciuto anche con i nonni può comprendere.
Ma al Sud aziende non ce ne sono, e allora abbiamo pensato di valutare l'ipotesi di metterci in proprio, fondendo due delle nostre esperienze principali: lingue e turismo.

E da qui il B&B.

Non abbiamo case di proprietà, pertanto abbiamo il contro di dover iniziare tutto da zero, ma il pro di scegliere la città che ci pare piu opportuna per questo business.
E avremmo scelto Lecce  (vicina al mare, meno incidenza di stagionalità, turismo declinabile a varie forme: non solo quello vacanziero, ma anche quello d'arte ed enogastronomico).

Pero immaginerete che i dubbi sono tanti: prendere in gestione un b&b già avviato (e quindi meno investimenti, ma anche meno guadagno) , oppure acquistare un appartamento, o una villa, o una masseria e farne la cosiddetta "casa e bottega"?
E poi, si puo basare  l'intera entrata familiare su questo unico introito, o  e preferibile sempre adottarlo come secondo quadagno, con una base di stipendo da un qualsiasi posto fisso?

E poi, ovviamente la sensazione di salto nel vuoto che accompagna chi sta meditando questa azione, coraggiosa e sconisderata forse, ma certamente dettata dalla passione e dalla voglia di regalare a questa famiglia un pò piu di felicità.

Grazie per chi mi vorrà regalare un pensiero, un suggerimento, o anche solo un augurio.

A presto

Sono domande  a cui difficile se non impossibile rispondere.
Sono scelte di vita che ognuno deve considerare dal proprio punto di vista e di vita.Il salto nel vuoto lo abbiamo fatto tutti noi e meglio sarebbe avere almeno un lavoro sicuro su cui contare.

Certo lasciare tutto con un bambino piccolo, rende la decisione ancora più importante.
Il non avere niente di proprio su cui iniziare non aiuta..noi qui abbiamo praticamente tutti la proprietà dell'immobile in cui è il b&b, quindi ti possiamo consigliare poco.

Garanzie di reddito non ci sono, sia con immobili di proprietà che con affitto o acquisto. Negli ultimi casi c'è solo la certezza delle spese a fine mese da rispettare.

Quindi pondera con cautela.

Auguri comunque! Very Happy

_________________
PaolaB.
B&B La Casa del Frate
Castiglion Fiorentino (AR)

www.lacasadelfrate.it    
email: casadelfrate2004@libero.it

La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
avatar
PaolaB.
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio vita, torno a casa.. (ma quanti dubbi)

Messaggio  Sirsons84 il Mer Apr 27, 2016 12:30 pm

Grazie Paola per la tua onesta (e cruda) risposta!
Mi rendo conto che ci sono dei fattori di imprevedibilità´assoluta, e mi rendo anche conto di quanto questo sia fondamentalmente più un azzardo che altro.
Probabilmente trovare almeno un lavoro giù e ad adibire la nostra casa a B&B sembra la soluzione più facile e meno rischiosa
Continueremo a studiare e a valutare, nel frattempo leggo tutti i vostri post passati per trarre qualche spunto.

Un saluto

Sirsons84
Ospite


Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio vita, torno a casa.. (ma quanti dubbi)

Messaggio  PaolaB. il Mer Apr 27, 2016 3:32 pm

Sei molto giovane, hai tempo per ponderare bene una scelta del genere. Non avere fretta. Very Happy

I consigli o i pareri su scelte del genere, non possono essere edulcorati...mi spiace se sono stata "cruda" .
I desideri, i sogni, spesso cozzano poi con la dura realtà e questo ad un giovane che ha più o meno l'età di mio figlio, è corretto e onesto farlo presente se ci prendiamo la briga di rispondere.

_________________
PaolaB.
B&B La Casa del Frate
Castiglion Fiorentino (AR)

www.lacasadelfrate.it    
email: casadelfrate2004@libero.it

La mente è come un paracadute: funziona solo se si apre.
avatar
PaolaB.
Moderatore
Moderatore

Data d'iscrizione : 02.01.08

Tornare in alto Andare in basso

Re: Cambio vita, torno a casa.. (ma quanti dubbi)

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum