Canone speciale RAI e SIAE in b&b non imprenditoriale

Nuovo Argomento   Rispondi all'argomento

Andare in basso

Canone speciale RAI e SIAE in b&b non imprenditoriale

Messaggio  Elisa C il Mar Giu 12, 2018 8:44 pm

Buonasera a tutti,

abito a Roma, dove avrei intenzione di aprire un piccolo b&b non imprenditoriale (ho a disposizione degli ospiti solo una stanza doppia e non sarebbe la mia attività principale ma una fonte di integrazione del reddito).  Tuttavia quel che leggo sulla presunta obbligatorietà di versare i canoni in oggetto in presenza di un televisore anche in b&b non imprenditoriali mi sta facendo riconsiderare la forma di ospitalità da offrire, valutando l'eventualità di orientarmi verso le locazioni brevi.

Mi spiego meglio. La stanza che affitterei è dotata di wi-fi ma non di televisore. L'avrei anche messo ma ci sono difficoltà tecniche quindi gli ospiti non vedranno la televisione, sulle pubblicità del b&b non indicherò la TV tra le dotazioni e stabilirò il prezzo anche tenendo conto di questa mancanza. Mi sembra logico e coerente, pertanto, che non sia costretta a pagare il canone speciale RAI e i diritti alla SIAE.
Però, avendo un televisore in casa a uso familiare nel soggiorno-cucina comune, la stanza dove gli ospiti farebbero colazione (MA NON VEDRANNO LA TV), dalle varie letture sull'argomento mi sembra che questa sia l'interpretazione attuale dell'AdE (copio parte di un articolo da un sito che non posso indicare perché il forum non mi fa mettere il link):

"COME FUNZIONA PER I BED AND BREAKFAST

Relativamente ai Bed and Breakfast (B&B) quello che si deve pagare è il canone speciale e, in certi casi, anche quello ordinario in bolletta elettrica.
(...)
La questione centrale riguarda proprio la localizzazione dei suddetti apparecchi in quanto la normativa prevede che, ai fini del pagamento dell’imposta tv, non è importante tanto l’utilizzo o il canale che l’utente dichiara di vedere o viceversa di sentire mediante la televisione detenuta essendo sufficiente, per l’applicabilità della tassa, il semplice possesso.

Quando si paga il canone ordinario?

Ecco, quindi, che entra in gioco la localizzazione degli apparecchi televisivi: infatti, se questi sono installati soltanto nei locali abitativi del proprietario o del gestore, senza essere esposti al pubblico, il canone Rai da versare è esclusivamente quello ordinario.

Quando si paga il canone speciale?

D’altro canto se l’apparecchio è presente nelle sale comuni o nelle stanze da letto allora si deve pagare il canone speciale, in conformità con le tabelle definite dalla normativa. Infine, se ci sono televisori sia nelle camere che nelle stanze adibite ad abitazione del gestore del B&B allora dovrà essere corrisposto sia il canone ordinario che quello speciale.


----------------

Ho citato un articolo sul canone RAI ma ho letto che un analogo orientamento vi è per la SIAE (è proprio il cumulo delle due cose che mi preoccupa).
A me sembrano interpretazioni aberranti perché il discrimine dovrebbe essere proprio il modo in cui viene fatta la pubblicità dell'attività, essendo naturale che la televisione si veda in soggiorno, e altrettanto naturale che in un piccolo appartamento il soggiorno possa essere la stanza comune, ma non per questo si deve presumere che la TV sia accesa per gli ospiti a colazione (e non invece per la famiglia la sera). Mi sembra inoltre evidente che se i potenziali clienti leggono che un b&b non ha TV, non si aspetteranno di averla, non pretenderanno di vederla anche qualora la scorgessero nella stanza della colazione e valuteranno il prezzo della camera anche in base a questo. Non ha nessuna importanza il fatto che nella stanza comune si trovi fisicamente un apparecchio televisivo.
Ho una casa piccola e questo soggiorno-cucina (che è anche la stanza d'ingresso dal giardino) è l'unico locale dove potevo mettere la TV, ecco il motivo per cui sta lì.

Vorrei sapere cosa ne pensate, se qualcuno ha affrontato situazioni analoghe e se magari mi sto preoccupando a vuoto. Certo, potrei ignorare la cosa (continuando a pagare solo il canone ordinario per la famiglia) e prepararmi, nel caso in cui subissi una qualche contestazione, a far valere le mie ragioni. Però mi dà molto fastidio l'approccio con cui vedo trattata la questione, che ignora (ancora una volta) la realtà di tanti piccoli b&b.

In alternativa potrei scegliere la forma delle locazioni brevi in cui, non potendo offrire servizi e quindi neanche la colazione, il motivo di accesso a quella stanza (e quindi la presunzione di accesso alla TV) sarebbe escluso a priori. Però mi dispiacerebbe perché per diverse ragioni preferirei gestire un b&b.

Grazie per eventuali considerazioni e consigli.

Elisa

Elisa C
Ospite


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Puoi rispondere agli argomenti in questo forum